"L'arte della gioia" di Goliarda Sapeinza: Valeria Golino presenta a Cannes la sua prima serie - iO Donna (2024)

L’arte della gioia, la prima serie da regista di Valeria Golino è stata presentata al Festival di Cannes 2024. Insieme alla regista erano presenti la sua musa Jasmine Trinca, da cui sembra artisticamente inseparabile (con lei ha girato anche Miele e Euforia), e la giovanissima e bravissima Tecla Insolia, la protagonista assoluta della serie, liberamente tratta dall’omonimo romanzo postumo di Goliarda Sapienza (Einaudi).

"L'arte della gioia" di Goliarda Sapeinza: Valeria Golino presenta a Cannes la sua prima serie - iO Donna (1)

"L'arte della gioia" di Goliarda Sapeinza: Valeria Golino presenta a Cannes la sua prima serie - iO Donna (2)

“L’arte della gioia”, la clip da Cannes 2024 della serie di Valeria Golino

X

La serie prima di approdare su Sky e Now esce nei cinema in due parti:la prima dal 30 maggio; la seconda dal 13 giugno. Il racconto è forte, teso, scandaloso e affascinante. La protagonista è una ragazza della Sicilia di inizio ’900, pronta a tutto in nome della libertà e della sua emancipazione.

L’arte della gioia: la trama della serie

Sicilia, 1900. Modesta (Tecla Insolia) è una bambina che vive con la madre e la sorella disabile in una casa rurale dell’entroterra. Un giorno un incendio distrugge casa sua. È l’unica che riesce a salvarsi. Dopo quel drammatico incidente viene accolta in un convento, gestito dalla Madre Superiora Leonora (Jasmine Trinca). Le due stringono un rapporto intenso, a tal punto che col passare del tempo, Modesta sente delle pulsioni sessuali.

È qui che inizia il viaggio di una ragazza ribelle che non accetta di sottostare alle regole della società e del convento, in nome di una libertà personale che non ha intenzione di contrattare . Quando viene respinta da Suor Leonora e viene messa in isolamento Modesta non cede, anzi, stringe un patto con sé stessa: mai sentirsi sbagliata, mai inibire i propri desideri e mai porre limiti alla gioia.

Festival di Cannes 2024: tutte le foto più belleguarda le foto

Leggi anche

Tutti i film del Festival di Cannes 2024 che escono subito al cinema

Le conseguenze saranno devastanti e inaspettate. Il suo cammino di emancipazione si accompagna a un percorso di maturazione personale e sessuale, che porta Modesta a varcare i limiti. A spingersi nel campo dell’illecito e del diabolico. Dopo il periodo trascorso in convento, la ragazza, più consapevole di quello che vuole, viene trasferita nella villa della Principessa Gaia Brandiforti (Valeria Bruni Tedeschi). Qui le pulsioni sessuali, e non solo, divampano.

Valeria Golino e il libro di Goliarda Sapienza

La serie segue la prima parte del libro postumo di Goliarda Sapienza. «Un romanzo che appena letto mi ha turbato, per la sua scabrosità – afferma la regista a Cannes – l’avevo trovato morboso. Poi quando c’era intenzione di trarne un film e poi una serie, l’ho ripreso in mano e mi ha sono ricreduta. Modesta è un unicum nella letteratura italiana.

È molto raro trovare un personaggio così forte – prosegue l’attrice e regista. Modesta è oltre la modernità, è più avanti di noi. Mi è piaciuto raccontare una donna così poco edificante e con così tanti difetti. Di solito personaggi così borderline ed estremi appartengono al genere maschile».

Tecla Insolia im “L’arte della gioia”. (Foto P. Ciriello)

Ci sarebbero altre tre parti del romanzo da raccontare. Si sta già pensando alla nuova stagione della serie? Tutto è possibile. Intanto L’arte della gioia ha spiazzato per la sua potenza visiva, per la capacita di Tecla Insolia di prendersi sulle spalle un personaggio così in bilico e senza freni. «La serie è emblema del woman empowerment, ne scardina però gli stereotipi e nello stesso tempo ci gioca», dichiara la regista.

Tecla Insolia e ilcast di L’arte della gioia

Tecla Insolia è stata presa per la parte dopo una serie di provini. Valeria Golino sapeva dentro di sé che non l’avrebbe scelta. Ne era certa. Poi è scattato qualcosa. «Quando ha cantato Mi sono innamorato di te di Luigi Tenco siamo rimasti a bocca aperta. Il tempo si è fermato», racconta la regista.

"L'arte della gioia" di Goliarda Sapeinza: Valeria Golino presenta a Cannes la sua prima serie - iO Donna (3)

"L'arte della gioia" di Goliarda Sapeinza: Valeria Golino presenta a Cannes la sua prima serie - iO Donna (4)

“L’arte della gioia”, il trailer della serie firmata Valeria Golino

X

Leggi anche

A Cannes “The Apprentice”, sull’ascesa del giovane Donald Trump, con due attori da urlo

Jasmine Trinca veste i panni di Leonora, Madre Superiora del convento dove Modesta viene accolta ancora bambina, mentre Valeria Bruni Tedeschi è la Principessa Gaia Brandiforti. «Di Jasmine non posso fare a meno; Valeria è incredibile e imprevedibile – le descrive la regista e amica – pensavo fosse troppo giovane per il personaggio, invece mi sono ricreduta. Lei invece, prima del provino, già si immaginava nella serie».

Guido Caprino, interpreta Carmine, l’uomo che gestisce le terre della villa dei Brandiforti e Alma Noce è Beatrice, la più giovane della nobile famiglia. Ci sono due personaggi che Golino e gli sceneggiatori hanno aggiunto rispetto al libro: Rocco (Giuseppe Spata), autista dei Brandiforti ,e Suor Ilaria (Alessia Debandi).

«Modesta non aveva rivali che la mettessero in pericolo, a parte Gaia, che però è più una rivale intellettuale – spiega Golino – Ilaria e Rocco servivano per far sentire la protagonista meno al sicuro».

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA

"L'arte della gioia" di Goliarda Sapeinza: Valeria Golino presenta a Cannes la sua prima serie - iO Donna (2024)
Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Sen. Emmett Berge

Last Updated:

Views: 6419

Rating: 5 / 5 (60 voted)

Reviews: 83% of readers found this page helpful

Author information

Name: Sen. Emmett Berge

Birthday: 1993-06-17

Address: 787 Elvis Divide, Port Brice, OH 24507-6802

Phone: +9779049645255

Job: Senior Healthcare Specialist

Hobby: Cycling, Model building, Kitesurfing, Origami, Lapidary, Dance, Basketball

Introduction: My name is Sen. Emmett Berge, I am a funny, vast, charming, courageous, enthusiastic, jolly, famous person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.